Novità d’ autunno in AdWords

Novità d’ autunno in AdWords

Complice l’avvicinarsi della stagione degli acquisti natalizi e la pressione di competitor importanti come Facebook, in questi ultimi tre mesi in Google si sono dati parecchio da fare, soprattutto per le campagne shopping. Ecco un piccolo recap delle novità più importanti introdotte:

  • Si può fare remarketing anche nelle campagne Shopping, aggiungendo una o più liste di utenti che verranno usate insieme al criterio della corrispondenza tra quanto è stato cercato dagli utenti e i dati dei prodotti. Ecco alcuni dettagli in più nel post del blog di AdWords Italia.
  • Nuove audience personalizzate sulla base delle mail (customer match) per la rete search, You Tube  e Gmail. Si può ora quindi ottenere una lista di remarketing partendo da un elenco di indirizzi email di potenziali clienti, esattamente come si fa da tempo su Facebook. Ecco l’annuncio ufficiale con i dettagli e un articolo di approfondimento di Larry Kim che ha fatto le prime prove verificando che i tassi di riconoscimento degli utenti sono simili a quelli di FB (pari cioè a circa il 50% degli indirizzi caricati).
  • Le colonne conversioni sono state “razionalizzate”, cioè la differenziazione tra clic convertiti e conversioni è stata spostata a livello di impostazione delle preferenze nelle singole azioni di conversione (vedi esempio seguente) e quindi ora le due serie di colonne potrebbero riportare gli stessi dati.
    clic-convertiti-conversioni
  • Inoltre le conversioni cross-device possono ora essere incluse in quelle totali usate per ottimizzare le campagne (se si usano i CPA, i CPC ottimizzati o una strategia che implica il conteggio delle conversioni). Se vogliamo che Google consideri anche le conversioni realizzate dagli stessi utenti su dispositivi diversi (che prima potevano essere visualizzate solo tramite la colonna delle conversioni totali stimate) bisogna aggiungerle manualmente nel menù strumenti > impostazioni (vedi sotto).
    clic-convertiti-conversioni
  • E’ ora possibile impostare dei segmenti di pubblico di affinità “personalizzati” tramite l’indicazione di alcune parole chiave (Google consiglia un massimo di 12) e/o siti potenzialmente interessanti per il nostro target (ad esempio quelli dei competitor principali). Creare questi segmenti è abbastanza semplice, basta infatti cercare un segmento tra quelli già disponibili e poi cliccare sull’apposito pulsante in fondo alla lista (vedi esempio sotto). I primi test che ho avuto modo di fare sono moolto interessanti (se i segmenti sono costruiti in maniera intelligente e non buttandoci dentro la qualunque ;-).
    Segmenti-pubblico-affinita
  • Nuove cards per shopping e app nelle campagne video su You Tube. Per vedere gli esempi pratici e qualche dettaglio in più sui nuovi formati di annunci destinati ad apparire nei video vedi il post nel blog AdWords.
  • Sono disponibili anche nuovi report a livello di gruppo di prodotti nelle campagne shopping, una nuova metrica legata alla quota di copertura dei clic (NB: non di impression) e delle statistiche generali dei trend di mercato USA registrati sempre nelle campagne shopping (sperando che prima o poi arrivino anche per  l’Europa).
  • E’ possibile ora usare nuove variabili geolocalizzate per personalizzare gli annunci, nel caso si avessero più punti vendita fisici sulla base dei quali differenziare i testi promozionali. Qui trovi un bel caso pratico che ti farà capire subito di cosa parliamo www.wordstream.com/blog/ws/2015/10/05/adwords-geo-customizers
  • Dopo i nuovi report di riepilogo display lanciati a settembre, AdWords ci fa sapere che ora i costi ad impression (CPM) sono legati solo alle impressioni effettivamente “visualizzabili” e non anche ai download degli annunci fatti in aree dei siti publisher che non sono state effettivamente visualizzate dall’utente (sotto la piega, nella parte del sito visibile solo usando le barre di scorrimento). Ecco il post in italiano che spiega la novità.
  • Nuovi report di assortimento prodotti nei merchant center per le campagne shopping. Ecco qui i dettagli.
  • Campagne app “universali”, ovvero annunci per promuovere le applicazioni che si adattano automaticamente a tutti gli ambienti in cui sono destinati a girare (Google Play e reti di Ricerca e Display). Ecco la pagina della guida che spiega la novità.
  • Le campagne video sono state integrate nell’interfaccia generale search/display, il che ha portato all’aggiunta di una serie di colonne (di default nei nuovi account) con l’indicazione più generica “interazioni” (anziché clic) o “tasso di interazione” (invece di CTR) e la specifica del tipo di interazione (clic, visualizzazione, ecc.) inserita direttamente nel dato. Ecco l’annuncio ufficiale di Google.
  • Il tempo di importazione dei dati di conversione da Analytics è diminuito a circa 9h, dalle 24/48h precedenti (ecco il relativo post su G+).
  • Le Gmail Sponsored Promotions sono ora aperte a tutti gli inserzionisti. L’ottimo Marco Volpe ne ha parlato in dettaglio all’ultimo ADworld Experience.
  • Nuove estensioni di snippet strutturati per le offerte del black friday (il primo venerdì dopo la festa del ringraziamento USA, che quest’anno sarà il 27/11) e cyber monday (il lunedì successivo, 30/11), che si vanno ad aggiungere a quelle già lanciate ad agosto e completano il panorama delle novità nelle estensioni, insieme agli snippet dinamici strutturati automatici varati qualche tempo fa (entrambi sono però per ora disponibili solo per campagne in inglese).
    structured-snippets
  • Il testo promozionale fisso nelle campagne shopping verrà rimpiazzato da un’estensione automatica che viene scritta direttamente da AdWords sulla base dei contenuti del sito di atterraggio.

Naturalmente ci sono varie altre cosine che sono state rilasciate negli ultimi 3 mesi, tra cui una nuova versione dell’AdWords Editor e dell’app AdWords ufficiale, qui ho riepilogato solo le novità che ritengo più importanti. Per un quadro completo delle news segui i nostri profili Twitter, Facebook, Linkedin o Google Plus.
Concludo ricordando che stiamo ancora cercando case history interessanti per ADworld Experience 2016 e che abbiamo lanciato una super-offerta per tutti i video AdWords (più di 64h) registrati nel 2015.
Buone campagne natalizie 😉
 

Gianpaolo Lorusso
[email protected]
No Comments

Post A Comment