Ottimizzare campagne Shopping in AdWords by Sergio Borzillo

Ecco l’intervista a Sergio Borzillo sul case history che esporrà a ADworld Experience il 17 aprile 2015 a Bologna (o tramite live streaming online). Sergio è il direttore del PPC in NetBooster UK, una delle principali SEM agency in Gran Bretagna (e parte di un gruppo che opera in 70 mercati internazionali, con più di 450 dipendenti in tutto il mondo).

Di cosa parlerai esattamente a ADworld Experience 2015?

Quello che mi affascina del variegato mondo digitale è che non si è mai a corto di argomenti di cui parlare e uno che ho particolarmente piacere di discutere è Google Shopping. Le ormai ex Product Listing Ads hanno cambiato il modo in cui i consumatori interagiscono con i motori di ricerca. Diverse dagli annunci di testo tradizionali, gli shopping ads sono molto più dettagliati e ricchi. Le immagini dei prodotti, le descrizioni e le promozione dei rivenditori sono in grado di offrire al consumatore una sensazione molto più realistica di un prodotto senza dover visitare il sito web. Sappiamo tutti quanto l’immagine può parlare più di mille parole – il che è fondamentale quando si hanno limiti così stringenti come quelli degli annunci tradizionali.
Tuttavia, usare questa funzione non è sufficiente, è importante garantire che vengano mostrati ai potenziali clienti solo i prodotti che stanno specificamente cercando, con le informazioni corrette.
Ci sono un certo numero di errori comuni che gli inserzionisti fanno quando iniziano a usare Google Shopping e lo scopo della mia sessione è quello di condividere le migliori pratiche in materia di strategia della campagna, qualità dei dati, gestione e monitoraggio degli annunci.

Se dovessi convincere qualcuno a venirti a sentire, cosa gli diresti?

Con più di 100 e-commerce di dimensioni medio-grandi gestiti a livello di Gruppo, NetBooster ha una ricchezza di esperienza nella gestione di campagne Google Shopping difficilmente eguagliabile, anche grazie ai continui test e all’instancabile ricerca approfondita di soluzioni specifiche.
Abbiamo imparato i trucchi per sfruttare al massimo ogni funzione disponibile per gli inserzionisti. A questo si aggiunge poi il rapporto diretto che NetBooster ha con Google, che ci dà la possibilità di provare in anteprima una serie di best practice e ci apre opportunità di sviluppo non indifferenti.

Di cosa ti occupi al momento?

Come direttore della divisione PPC in NetBooster UK, il mio ruolo è quello di sviluppare strategie PPC per una varietà di clienti operanti in più settori verticali. Uno dei più importanti aspetti del mio ruolo è quello di garantire che AdWords non sia gestito come un canale autonomo, ma sia integrato nel complesso ecosistema digitale del cliente.
NetBooster è una delle più importanti agenzie indipendenti operanti con strategie digitali legate alle performance. Operiamo da 21 uffici nel mondo, gestendo clienti medio-grandi in più di 70 mercati internazionali grazie a oltre 450 esperti interni. Più informazioni su www.netbooster.com.

Cosa farai da grande?

  1. Vorrei continuare a lavorare per integrare maggiormente il canale search all’interno dei mix digitali dei clienti, incoraggiandoli a pensare sempre meno in termini verticali e più con un approccio integrato e olistico.
  2. Vorrei anche spingerli ad avere al centro della loro squadra digitale un analista di dati, in grado di decodificare le informazioni raccolte da ogni canale e alimentare le conoscenze fondamentali per prendere decisioni strategiche a livello globale.

Grazie a Sergio per aver condiviso con noi qualche dettaglio in più del suo speech al prossimo ADworld Experience.

Vedi il programma o scopri come partecipare online o dal vivo alla conferenza o ai seminari AdWords avanzati a Bologna il 16 e 17/4/2015.

 

Commenti

commenti

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *